Affidarsi Nel buio, evento di Carta Carbone Festival 2018

Giovedì 11 ottobre 2018, alla Biblioteca dei Ragazzi di Treviso, gli autori, Nicola Barca e Michela Baso, con la psicologa e psicoterapeuta Vania Salici e Stefania Pagnossin, dell’Associazione Sbrodegai,  hanno sperimentato con i partecipanti all’incontro cosa si prova ad Affidarsi Nel buio

Lucio, il protagonista del graphic novel “Nel buio”, si affida con fiducia a una voce invisibile.

A quasi tutti capita di scoprire cosa significa doversi affidare a qualcuno, abbandonarsi alla guida di un altro, almeno una volta nella vita. Sia nelle cose pratiche, che nei sentimenti, lasciarsi andare all’altro implica una profonda risonanza con il proprio carattere e la propria storia personale.

È allora che si scopre quali freni e quali difese si scatenano, pur di rimanere aggrappati alle proprie sicurezze.

Questo ha a che fare con la fiducia che ciascuno nutre nei confronti di sé stesso e nei confronti degli altri.

Lasciarsi andare è un gioco a due, una danza fatta di parole, gesti e contatto. Guidare e lasciarsi guidare sono due facce della stessa medaglia.

Gli autori di “Nel buio”, con la psicologa e psicoterapeuta Vania Salici e una rappresentante dell’Associazione Sbrodegai, Stefania Pagnossin, condurranno i partecipanti in un’esperienza di fiducia: i componenti di una coppia casuale sperimentano entrambi i ruoli della guida e del guidato.

Nel ruolo della guida, entra in gioco la responsabilità e la capacità di proteggere e stimolare.

Il guidato, a occhi bendati, sperimenta il proprio rapporto con la fiducia e la dipendenza, il contatto fisico e la percezione sensoriale alternativa alla vista.

ccf2018 Affidarsi Nel buio
ccf2018
ccf2018 Affidarsi Nel buio
Carta Carbone Festival 208

Entrambi, a turno, comunicano: “Fidati di me, ti accompagno” e “Abbi cura di me. Fammi sperimentare”.